Eccoci qua con un piatto che, preceduto da una semplice zuppa ed accompagnato da una colorata insalata di verdure crude o pressate, dà come equazione “un’ottima cena per tutta la famiglia”!

Le torte salate piacciono sempre a tutti e permettono di nasconderci dentro un numero esagerato di verdure, senza che i piccoli di casa abbiano il tempo di capacitarsene!

Sulla pasta phillo e sulla sua bontà avremo modo di fare un post a parte, compresa la spiegazione sulle sue origini greche e sulla produzione di questo straordinario impasto fatto solo di acqua e farina: se siete curiosi, qui trovate un bel video su come si produce industrialmente la phillo o “fillo” (come viene ormai impropriamente scritto).

Ingredienti:

  • 1 confezione di mitica ed insuperabile pasta phillo
  • 400 gr di tofu bio
  • 500 gr di broccoletti bio
  • 200 gr topinambur bio
  • 100 gr di porro bio
  • 1 spicchio d’aglio bio
  • sale integrale di Sicilia qb
  • olio EVO di prima spremitura qb

Preriscaldare il forno a 200/220 gradi.

In una ciotola versare il tofu e, con un minipimer, ridurlo in crema.

In una padella fa soffriggere un porro con uno spicchio d’aglio in camicia e stufare per qualche minuto. Aggiungervi i broccoletti, sia le cimette che i gambi tagliati fini, ed il topinambur tagliato a piccoli pezzetti e salare.

Quando le verdure sono appena croccanti, spegnere e versare nella crema di tofu: mescolare ed insaporire a piacere. Lasciare raffreddare un poco.

Prendere una teglia rettangolare e ricoprirla di carta da forno. Prendere un paio di fogli di pasta phillo, posarli nella teglia e spennellarli leggermente di olio EVO. Ripetere l’operazione per 2 volte.

Versare tutto il ripieno sopra ai fogli di pasta phillo e livellarlo con una forchetta; ricoprire nuovamente con fogli di phillo, ungendone un paio alla volta. Richiudere la torta e decorare a piacere. Infornare per ca. 40 minuti e fino a doratura.

Un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

Annunci