Questa ricetta, segnata da Ravanello su un foglietto in uno degli innumerevoli corsi di cucina che ha frequentato, ha purtroppo smarrito i natali. Rientra però nella categoria delle Ricette Perfette perchè permette di utilizzare qualcosa che, spesso ed ingiustamente, finisce nella spazzatura e perchè lo valorizza talmente bene da far urlare al deliziato commensale: “perchè non ci ho pensato prima?”!

E poi è facile, veloce e prevede l’impiego di pochi e gustosi ingredienti.

Si può certamente preparare in anticipo, così da lavorare le foglie del sedano quando sono fresche, giovani e croccanti e si conserva in frigo per qualche giorno, meglio se coperto con un velo di olio extra vergine.

Ingredienti:

  • foglie di un paio di mazzi di sedano bio
  • 3 C di pinoli bio tostati
  • 1/2 spicchio di aglio bio
  • sale marino integrale di Sicilia qb
  • olio EVO bio qb

Tostare i pinoli in un padellino antiaderente, a fuoco medio e girando spesso con un cucchiaio di legno. Far raffreddare in un piatto.

Lavare ed asciugare delicatamente le foglie di sedano e tenerne da parte qualcuna per decorare. Tritare le altre con aglio, pinoli tostati, olio e sale.

Et voilà … il pesto è pronto!

Si può gustare sui cereali integrali, sui gnocchi di miglio, sulla pasta integrale, sui crostini o su quello … che vi frulla nella testa. Se lo preparate qualche giorno prima e volete condirvi la pasta, al momento di utilizzarlo potete diluirlo con pò dell’acqua salata di cottura.

Un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

Annunci