Questa ricetta è un must del Ravanello: il sapore ed il profumo di nocciola tostata vi conquisteranno. Dopo la torta al cioccolato (leggasi … impasto base della Sacher), questa volta vi propongo la classica dolcezza da colazione o da merenda rinforzata dove sia desiderato un dolce soffice e morbido, dalla fragranza inebriante e dal sapore … noccioloso!

Veniamo alle doverose citazioni. La ricetta originale è dello Chef Giovanni Allegro con una piccola modifica di Ravanello che ha deciso di lasciare le uova previste alle legittime proprietarie. Il risultato finale, con questa simpatica sottrazione, è persino più buono …

INGREDIENTI:

  • 200 gr di farina bio di tipo 2
  • 200 gr di farina di nocciole tostate bio (ossia nocciole tritate fini)
  • 200 gr di malto di riso bio
  • 100 gr di latte di soia bio
  • 2 C di olio EVO bio
  • 2 C di crema di nocciole bio
  • 1 bustina di cremor tartaro bio
  • 1 pizzico di sale integrale
  • per decorare: granella di nocciole o nocciole tostate intere

PROCEDIMENTO:

Mischiare gli ingredienti secchi e poi quelli liquidi ed amalgamare.

Se volete fare una NoccioTorta, versate l’impasto in una teglia di ca 24 cm, precedente oleata ed infarinata. Cospargete di nocciole intere o di granella e cuocete a 180° per 30 minuti.

Se, invece, volete realizzare dei NoccioMuffin, cuoceteli per ca 20 minuti.

Et voilà! Abbiamo deciso di mettere questo impasto nelle ricettine di base, perchè si presta benissimo ad essere apprezzato in purezza (ed è spaziale!) o arricchito come vi suggerisce la fantasia e … prestissimo, vi proporremo una squisita versione estiva.

E, come sempre, un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook! Clikka qui!

Annunci