Oggi ci coccoliamo con una golosa variazione di una ricettina già nota: piccole geometrie di nocciole e fichi. La primavera avanza ed è tempo di merende in compagnia o di informali buffet da condividere con gli amici: allora via a tutte le sperimentazioni di primi, secondi, dolci e dolcetti in monoporzione e da mangiare con le mani!

INGREDIENTI per ca 30 piccole praline:

  • 250 gr di mandorle tostate bio
  • 150 gr di albicocche secche bio

Per decorare:

  • 200 gr di cioccolato fondente extra (meglio se dolcificato con malto)
  • mandorle a lamelle
  • semi di sesamo bio
  • cocco rapè bio

In più: ca 30 stuzzicadenti

PROCEDIMENTO:

Tagliare grossolanamente le albicocche e tritarle insieme alle mandorle fino a quando avrete una pasta granulosa, ma soda e modellabile. Potete eventualmente aggiungere un goccio d’acqua, qualora l’impasto vi sembrasse troppo asciutto.

Con le mani, formare delle palline di dimensione uniforme.

SCIOGLIERE IL CIOCCOLATO

Far sciogliere il cioccolato fondente o a bagnomaria oppure beatamente e comodamente e direttamente sul fuoco, a fiamma dolce, in un ottimo tegamino di acciaio con il triplofondo.

COSA???” dirà qualcuno …

“d i r e t t a m e n t e    s u l   f u o c o?”.

Diciamo che … l’operazione del bagnomaria si giustifica se lavorate direttamente su una stufa o sul fuoco di un camino (dove il calore non è costante, ma è tremendamente romantico) e magari con l’aggravante di leggeri pentolini di alluminio; se invece avete una cucina a gas qualsiasi ed un buon pentolino con il doppio o triplo fondo (o magari anche quei meravigliosi spergifiamma di ghisa che si usano per cuocere i cereali integrali), allora l’operazione del bagnomaria diventa superflua: il cioccolato fonde a 40° C (temperatura alla quale diventa liquido) e le indicazioni risalenti ad inizio ‘800, tramandate nei Sacri Testi, non hanno più ragione di sopravvivere per questa marginale pratica, se non per sopravvenuto ed ostinato spirito nostalgico.

Sia chiaro … io vi do ragione anche in questo secondo caso! ;-D

MONTARE LE PRALINE

Preparare le ciotoline con le decorazioni scelte: nel nostro caso, semi di sesamo, lamelle di mandorle bianche e cocco rapè.

Infilzare le praline con degli stuzzicandenti e pucciarle nel cioccolato fuso.

Poi tuffarle nelle ciotoline per ricoprirle di semini, lamelle o rapè, seguendo la propria ispirazione e fantasia.

Io le trovo simpatiche con in testa il ciuffo di sesamo …

Riporre le praline, a testa in giù (la copertura di semini o di altro vi permetterà anche di non sporcare niente) su un vassoio ricoperto da un foglio di carta da forno, fino ad esaurimento dell’impasto.

Mettere il vassoio in frigo per almeno una mezzoretta, assicurandosi che il cioccolato sia ben solidificato.

E, come sempre, un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook! Clikka qui!

;-D

Con questa ricetta partecipo al bel contest

“PICCOLE DOLCI DELIZIE”

di Nuvole di Farina!

Annunci