Ciao ciao Ravanellini … prometto che prima o poi la smetto con la serie “sorbetti, ghiaccioli, gelati & affini“, ma con questo caldo non riesco a farne a meno! E’ colpa dell’estate e del ricordo delle vacanze mexicane: là i ghiaccioli sono onnipresenti e realizzati con gli ingredienti più disparati. Ricchissima è l’offerta di gusti a base di frutta tropicale, generosa, abbondante e gustosissima; peccato solo che l’aggiunta di zucchero in quantità m-a-s-s-i-c-c-e, spesso, ammazzi la poesia dopo il primo morso.

(Credit foto:  http://www.eatmexico.com/).

Un giro in uno dei classici negozi di “paletas” è comunque una visita obbligata: entri, scegli il tuo gusto preferito (se ci riesci, perchè ce ne sono a dozzine) e poi specifichi se lo desideri DE AGUA o DE LECHE! Ed il gioco è fatto!

Inutile dire che, anche la paleta, prevede una correzione standard, un pò come da noi il ciuffo di panna montata e cannella per il cono di gelato: quando la paleta è “doc” viene s-p-r-u-z-z-a-t-a     d-i     l-i-m-o-n-e    e    p-o-i    i-n-t-e-g-r-a-l-m-e-n-t-e    r-i-c-o-p-e-r-t-a    d-i    p-e-p-e-r-o-n-c-i-n-o. Eh, eh, eh !!! !!! !!!

Ammetto sin d’ora che le paletas di mango e papaya sono entrate per sempre nell’Olimpo Ravanello dei ghiaccioli; beh … per quelli … attenderò paziente il prossimo viaggio ai tropici.

Un’altro dei gusti di paletas che ricordo con enorme soddisfazione e che autoproduco a cuor leggero è quello di RISO & CANNELLA, ossia un ghiacciolo fatto proprio con il RISO IN CHICCO.

Si, si! Guardate qua!

Ingredienti per 4 Paletas de Arroz:

  • 1/2 T scarsa di riso integrale o semi integrale bio
  • 2 T di latte di riso integrale bio qb
  • cannella bio qb
  • vaniglia in polvere bio qb
  • 1 C di uvetta passa bio (facolativa)

Cuocere il riso nel latte di riso, con cannella e vaniglia, fino a completo assorbimento. Una volta cotto il riso, spegnere e far raffreddare completamente.

Se volete, potete allungare il tutto con altro latte per rendere più fluido il composto e facilitare l’operazione di riempimento delle formine dei ghiaccioli.

Mettere in frigo a congelare per qualche ora.

Al momento di servire, passare le formine per qualche secondo sotto l’acqua calda, così da sfilare il ghiacciolo con facilità.

Legenda: T sta per tazza e si prende a riferimento una mug standard (linka per vedere la foto!).

E come sempre un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci