Un classico italiano, una ricetta semplice e credo “di casa” per tutti gli amici Ravanelli.

Ingredienti

  • peperoni bio gialli e rossi
  • aglio bio qb
  • sale integrale
  • olio EVO q.b.
  • prezzemolo fresco tritato

I peperoni arrostiti, si possono preparare in molti modi: al forno (metterli sulla placca, ricoperta di carta da forno ed arrostirli, girandoli di tanto, per ca 50-60 minuti a 180 C),

oppure sulla piastra di ghisa, sulla griglia, sul fuoco della legna o sul fuoco dei fornelli di casa, aiutandosi con un buon spargifiamma. In tutti questi casi, poggiate i peperoni sulle piastre o sulle griglia e lasciateli cuocere, girandoli ogni qualvolta noterete la pelle raggrinzita e bruciacchiata.

Una volta pronti, mettete i peperoni in un sacchetto riciclato del pane oppure avvolgeteli in carta da forno e poi dentro uno strofinaccio e teneteli lì fino a quando non siano completamente freddi. A quel punto, la pelle verrà via con molta facilità.

Se volete velocizzare la preparazione, è possibile far raffreddare i peperoni sotto l’acqua e spelarli sotto il getto, ma in questo caso il sapore potrebbe risentirne un pochetto.

Una volta che abbiate pelato, privato della calotta, dei semi e dei filamenti interni i vostri peperoni, asciugateli leggermente con un foglio di carta da cucina, arrotolandoli un poco.

Tagliateli a listarelle e mettete tutto in una ciotola od in un vaso, alternando peperoni, aglio, sale, olio EVO e tanto prezzemolo fresco.

I peperoni arrostiti sono buoni in ogni modo: in purezza, per buschette supergolose, come ingrediente sorpresa nelle insalatone fresche, come condimento per paste fredde od insalate di riso … e …. quando vi viene un attacco di fame alle due di notte!

Come d’abitudine, vi ricordo che vi aspetto tutti al mio contest di cucina Ricette d’Estate, ricco di premi e cotillons, con la mitica collaborazione di Genitori Veg!

E come sempre un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci