C’era una volta la Sbrisolona ed oggi c’è la Sbrisolata! Una deliziosa crostata, morbidamente ripiena di marmellata di prugne e succose fettine di pere, sigillata dalle sue croccanti briciole: si, insomma, sbrisolata proprio!sbrisolata_6

Riprendo ispirazione, ancora una volta, dalla bravissima Samantha di Laboratorioveg e dalla sua versione della frolla senza burro di Luca Montersino. Il risultato si riconferma friabile, profumato, tenero dentro e croccante fuori.

Ingredienti per una Sbrisolata di 26 cm:

  • sbrisolata_7300 gr di farina di tipo 2 bio
  • 200 gr di farina integrale bio
  • 100 ml di olio di girasole spremuto a freddo e deodorato bio
  • 50 ml di olio evo bio
  • 250 gr malto integrale di riso bio
  • 100/150 ml di succo di mela bio
  • 1 pizzico di sale integrale
  • 1 C di vaniglia in polvere bio
  • ½ bustina cremor tartaro bio
  • marmellata di prugne dolcificata con succo di mela o uva (o altra marmellata di vostro gradimento)
  • 2 pere tagliate a fettine sottili (o due mele, se le preferite)

Procedimento: seguo la ricetta di Samantha, cambiando solo qualche ingrediente e, come da indicazioni, faccio tutto nel robot da cucina (o nell’impastatrice).

Mettere nell’impastatrice il malto ed azionare. Aggiungere, poco alla volta, l’olio di girasole e quello extra vergine d’oliva. Poi la vaniglia in polvere, il lievito ed infine, sempre piano piano, le farine. Lavorare per un minuto e trasferire il tutto in una ciotola capiente.

Ora dobbiamo aggiungere il succo di mela all’impasto: questa operazione è necessaria sia per compensare il minus di dolcezza rispetto alla ricetta di Montersino (poichè lo zucchero ha un potere dolcificante doppio rispetto al malto), sia per pareggiare il deficit di liquidi (insomma, stiamo a prendere due piccioni con una sola fava, con rispetto parlando per i piccioni e pure per la fava ;-D). sbrisolata_5

Procedere in questo modo: versare il succo di mela poco alla volta e lavorare velocemente l’impasto, in più riprese, fino a quando risulterà compatto, ma morbido. Coprire la ciotola con della pellicola e mettere a riposare in frigorifero per un paio d’ore.

Trascorso il tempo di riposo, traferire l’impasto su una spianatoia infarinata e con un mattarello stendere l’impasto dell’altezza di 1 cm ca. Posare delicatamente la tortiera sull’impasto ed utilizzarla come sagoma: con l’aiuto di un coltello, disegnare un cerchio nell’impasto, girando intorno alla tortiera e calcolando 3 cm di bordo lungo tutta la circonferenza. sbrisolata_1

Oliare ed infarinare la tortiera e stendervi sopra la base di frolla, lasciando i bordi aperti. Spalmare di marmellata (io, di solito, ne uso un vasetto da 250 gr ca) e poi ricoprire con le fettine di pera e richiudere i bordi. Prendere tutti gli avanzi di impasto e distribuirli sopra le pere, sbriciolandoli grossolanamente. Spennellare con un’emulsione di 2 C di malto e 1 C di acqua o latte di riso ed infornare, in forno caldo, a 180 gradi per circa 40 minuti.

rav-fbE come sempre, un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci