Copia  di torta papalo_2Carissimi Ravanelli bentrovati! Il mese del peperone è giunto al termine e la raccolta traboccante di ricette è quasi pronta; per motivi tecnici (da ieri sono ufficialmente in vacanza, al caldo delle isole canarie e sia il pc che la connessione sono ballerini) farò i compiti per benino al mio rientro.

E’ tempo di inaugurare il nuovo mese di Salutiamoci con una ricetta da leccarsi i baffi. Vi ho già parlato diverse volte della mia splendida sorellina Papalo y Papalotl e della sua incessante attività di cuoca e divulgatrice vegan, vero?

papaloDando seguito alla promessa fattavi il 23 luglio, pubblico la sua ricetta della Un-Cheese Cake da sballo e la presento dritta, dritta a Salutiamoci dalla spumeggiante Bri. Come sapete Luglio è salutiamoci200il mese di mirtilli, lamponi, more e ribes e ci troviamo insieme per raccogliere le ricette con i frutti più golosi dell’estate. Perciò andiamo tutti da SALUTIAMOCI! l’ormai famosissimo gioco di Lo, Cobrizo, Brii e Ravanello Curioso.

In questo gioco cosa si fa? Si propongono ricette, si raccolgono e si sperimentano!

Qui trovate il link con tutte le spiegazioni e le ricette già pubblicate. Qui trovate il nuovo calendario e, mi raccomando, correte tutti a vedere il bellissimo blog di Salutiamoci!

LEGENDA: T sta per tazza, una cup standard.

Per la base

  • 1 T di mandorle spellate, precedentemente ammollate per una notte
  • 3 T di prugne secche denocciolate bio

Per il ripieno

  • 3 ½ T di mandorle pelate, precedentemente ammollate per una notte
  • succo di 2 limoni
  • ¾ T di malto di riso bio
  • 1 T di olio di cocco
  • ½ T di acqua
  • 1 baccello di vaniglia o estratto
  • ½ c di sale marino

Copia  di torta papaloPer il topping

  • more-bacche frullate con qualche goccia di succo di limone e/o in marmellata
  • mirtilli, more, fragole e altri frutti di bosco per guarnire

Procedura:

Per la base: mettere in un robot da cucina le mandorle e tritare; aggiungere le prugne ed azionare il robot fino a quanto è tutto finemente tritato; premere l’impasto sul fondo di una teglia che si può cospargere di cocco grattugiato per evitare che si attacchi. Mettere in frigo a riposare per un po’, mentre si prepara il ripieno.

Per il ripieno: prendere tutti gli ingredienti del ripieno e tritarli in un robot da cucina fino a quando risultano lisci e cremosi. Travasare tutto il contenuto sulla base. Coprire il tutto con pellicola e congelare durante la notte (o per almeno 3/4 ore).

Durante il congelamento l’olio di cocco indurisce e modella quindi la torta. Prelevare la torta dal congelatore e cospargere con la frutta frullata oppure con della marmellata biologica e senza zuccheri aggiunti e guarnire.

papaloPassare in frigorifero per circa un’ora: tempo necessario a scongelare ed ammorbidire il dolce. Servire e gioire! La vostra un-cheesecake è spaziale!

E come sempre, un buon, buon appetito da Papalo y Papalotl!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci