Su Ravanello abbiamo già pubblicato molte ricette di frolla. Ed anche un’altra ricetta di pastiera. Ma si sa, non si finisce mai di sperimentare. La frolla migliore era, fino ad oggi, la frolla all’olio di Montersino, ma ora tocca constatare che anche questa nuova versione con burro vegetale è adorabile. WP_20150406_18_01_26_Pro

Ed anche in questa, per l’invenzione del burro vegetale, c’è lo zampino di quel genio di Montersino.11101380_1581483132092099_301136263_n

WP_20150404_15_39_21_ProIngredienti:

  • 450 gr di farina di tipo 2
  • 200/220 gr di burro vegetale (*)
  • 100 gr di acqua
  • 2 C colmi di zucchero integrale di canna (o zucchero di cocco)
  • 1 pizzico di sale

WP_20150404_15_40_20_ProIn una ciotola mettere farina, zucchero, sale e burro ed impastare con le mani per pochi secondi: unire l’acqua e fare una palla. Stendere tra due fogli di carta forno e sagomare con un coltello la forma della teglia che avete scelto: o rotonda da 32 cm di diametro o rettangolare di 30 cm x 22. Inserire la forma sagomata nella teglia, direttamente con il foglio di carta da forno e rifinirla. WP_20150404_16_04_05_ProCon una forchetta, bucherellare la base e decorare tutto il bordo. Fare una palla con la pasta avanzata e mettere in frigorifero insieme alla teglia.

Procedimento per il Bimby: Mettere nel boccale l’acqua e poi sopra tutti gli altri ingredienti e far andare 40 sec vel 4 poi 25 sec antiorario vel 2. Riprendere leggermente e procedere come da ricetta.

PREPARARE IL RIPIENO DELLA PASTIERA:WP_20150404_16_12_06_Pro

  • 550 gr grano cotto (cotto come da ricetta nota o comprato già pronto)
  • 250 gr latte (di soia o di riso se la volete più dolce)
  • 500 gr di ricotta di soia (ottenuta da 2 litri di latte di soia)
  • 100 gr di zucchero integrale di canna o zucchero di cocco
  • 100 gr di burro di cocco o burro di cacao
  • 1C colmo amido di mais
  • 1/2 c agar agar
  • 2 limoni grattugiati
  • 2 C di polvere magica agrumi
  • 2 C rum
  • 1 c vaniglia pura polvere
  • aroma di arancia
  • 50 gr di candidi
  • 50 gr di amarene
  • 50 gr di gocce di cioccolato

WP_20150404_15_35_15_ProIn una pentola versare il grano, il latte, l’amido, le scorze dei limoni, lo zucchero e la vaniglia e portare a bollore, continuando a mescolare. Aggiungere l’agar agar e far andare altri dieci minuti. Spegnere il fuoco ed aggiungere il burro di cacao o di cocco e far raffreddare.

WP_20150404_15_44_28_ProIn una bacinella mettere la ricotta, il rum, la polvere di agrumi, la fiala d’arancia ed amalgamare per bene. Aggiungere i canditi e le amarene tagliate a piccoli spicchi. Le gocce di cioccolato potete amalgamarle qui oppure, se volete una pastiera più ‘cioccolatosa’, potete metterle nella crema tiepida e farle sciogliere.

In ogni caso il cioccolato è e resta facoltativo. ;DWP_20150404_16_09_06_Pro

Una volta che la crema è fredda, amalgamarla all’impasto di ricotta.

Assaggiare il tutto ed eventualmente correggere in dolcezza con l’aggiunta di ulteriore dolcificante.

Procedimento per il bimby: mettere nel boccale il latte, il grano, le scorze dei limoni, lo zucchero, l’amido e la vaniglia in polvere e cuocere a 95 gradi velocità cucchiaio per 10 minuti. Aggiungere agar agar e far andare altri 3 min. Con la spatola verificare che il grano sia tutto sgranato. Aggiungere il burro di cacao o di cocco e girare con la spatola. Mettere in un contenitore a raffreddare. Intanto nel boccale aggiungere ricotta, rum, arancia in polvere, fiala d’arancia e far andare 1 min vel. 4. Procedere come da ricetta. WP_20150404_16_04_30_ProAccendere il forno a 180 gradi.

Riprendere dal frigo la teglia e lasciarla a T ambiente. Sempre tra due fogli di carta da forno, stendere la pasta rimasta e ricavare le strisce con una rotella zigrinata. Riempire la pastiera con la sua farcitura, decorare con le strisce ed infornare a 180 gradi per un’ora.

Mangiare almeno dopo 24 ore, meglio dopo 3 giorni. 11131994_1581483165425429_1047431979_n

copie(*) Il burro veg si può auto produrre o comprare già pronto. Montersino dal 2010 commercializza questo Burrolì che è ottimo e composto di olio EVO, olio di riso e burro di cacao ed è facilmente riproducibile a casa, sbattendo dell’olio ed emulsionandolo con burro di cacao o burro di cocco sciolti a bagnomaria.

Se invece volete darvi all’autoproduzione, vi lascio diversi link a cui accedere per trovare la vostra formula perfetta del vostro burro vegetale: guardate qui da Camiria oppure qui su Dolci.it o da Rollingbeans o su Violamirtillo.

ravanelloE, come sempre,

un buon,

buon appettito da Ravanello Curioso.

PPSS: ci trovi anche su Facebook.

Advertisements