Cari Ravanelli, ben trovati! Qui siamo decisamente sommersi da impegni e studio selvaggio e così, in men che non si dica, i giorni volano ed è arrivato anche novembre! Ma un’occasione importante, come il sedicesimo compleanno della Ravanellina, merita davvero tutto il tempo necessario e sovverte l’ordine delle priorità: già, perché le promesse vanno mantenute ed i desideri esauditi …

Se Harry Potter deve essere, che Harry Potter sia!WP_20151115_12_33_36_Pro 

PAN DI SPAGNA FARCITO CON CREMA AL CIOCCOLATO (TORTIERA da 30*40 cm, 30 persone)

  • 500 gr di farina di tipo 1
  • 100 gr di amido di mais o fecola di patate
  • 300 gr di olio di girasole spremuto a freddo e deodorato
  • 500 gr di latte di mandorla (non dolcificato)
  • 200 gr di panna vegetale autoprodotta
  • 300 gr di zucchero integrale di canna o di cocco
  • 2 bustine di cremor tartaro bio
  • 1 pizzico di sale

Come facciamo d’abitudine per la torta all’acqua, prima sbattere gli ingredienti liquidi (latte e panna) fino a far sciogliere lo zucchero; aggiungere l’olio e sbattere ancora per un po’. Incorporare tutti i solidi: farina, amido, sale e lievito e mescolare con delicatezza.

Accendere il forno a 180°.

Versare tutto il composto in una tortiera 30 per 40 cm, oliata ed infarinata ed infornare per 40 min (oppure si può dividere il composto a metà e cuocerlo in due infornate successive per 20/25 minuti). Fare la prova stecchino per verificare la cottura. Far raffreddare completamente la torta.

CREMA AL CIOCCOLATO

  • WP_20151113_00_29_37_Pro1 lt di latte di riso
  • 5 C di farina di tipo 1
  • 2 C di zucchero integrale o zucchero di cocco
  • 2 C di cacao amaro in polvere
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr di cioccolato fondente

In una pentola d’acciaio dal fondo alto mescolare tutti gli ingredienti, tranne il latte e la tavoletta di cioccolato. Aggiungere a poco a poco il latte per evitare la formazione di grumi e portare al bollore: far sobbollire per almeno cinque minuti, senza mai smettere di mescolare. Spengere il fuoco, unire la tavoletta di cioccolato (anche intera) e girare lentamente fino a farla sciogliere: far raffreddare completamente la crema.

DECORAZIONI IN MERINGA – Per la preparazione delle meringhe, vi rimando al consueto nostro link. WP_20151113_07_50_55_ProQueste le abbiamo preparate con acqua di cannellini 😀collage1 Per confezionare stemmi, cialde o disegni di grosse dimensioni, ci vogliono almeno 3 o 4 giorni di tempo per la completa fase di essicazione.collage2 Noi, per questa occasione, abbiamo realizzato: lo Stemma di Grifondoro, i simboli dei Deathly Hallows (qui li avevamo fatti sotto forma di biscotti!) e qualche simpatico gufetto portalettere.WP_20151113_07_52_38_Pro

DECORAZIONI IN PASTA DA ZUCCHERO – In questo caso, abbiamo preparato il Boccino d’oro, la Bacchetta di Hermione e gli immancabili occhiali di Harry. Poi ognuno potrà personalizzare la torta secondo le proprie inclinazioni.collage4 Avendo usato pdz bianca vegan da copertura (prodotta con olio di semi di girasole, palma free, non indicata per il modelling e non addizionata di CMC), il processo di indurimento ha richiesto molti più giorni del previsto:WP_20151113_07_54_05_Pro vi suggerisco di prevedere almeno 4 giorni per un risultato discreto, ma 5 o 6 giorni, a seconda della dimensione degli oggetti, si rivelano tempi ottimali. WP_20151113_07_49_33_Pro

CREMA AL BURRO

Montare il burro con lo zucchero. (In alternativa, stessa quantità di panna vegetale montata).

MONTARE LA TORTA A FORMA DI LIBRO

Rifilare i bordi della torta, fino ad ottenere un rettangolo perfetto; tagliarla in due per poterla farcire: prima riempire di crema al cioccolato, poi ricoprire con l’altro strato di pandispagna. A questo punto rivestire con crema al burro. Spatolare la crema con cura, livellando bene e sagomando le pagine del libro di Harry.collage5

Mettere la torta in frigo almeno una notte: in questo modo i sapori di amalgameranno con grazia e la copertura esterna si rassoderà a dovere.

FINITURA DELLA TORTA

Stendere una striscia di pdz e inciderla ripetutamente per simulare le righe dei fogli del libro: applicare la striscia lungo tutto il bordo della torta. Stendere nuova pdz e ricavare 4 triangoli: applicarli agli angoli della torta e arrotolare le punte, verso l’interno, con uno stuzzicadenti.WP_20151114_09_20_18_Pro Ora ricavare due fogli di pdz fino a chiudere definitivamente il libro ed arrotolare le punte come prima. Mettere in frigo per un’oretta. WP_20151114_09_20_29_Pro

Prelevare la torta e, con un pennello e delle polvere di cacao, rifinire il libro per dargli l’effetto anticato. Infine applicare tutte le decorazioni preparate.collage6 

BELLA E BUONA? Che dire delle torte di Cake Design? Non so voi, ma io mi ci sono appassionata da piccola e continuo a divertirmi. Per l’occasione, vi mostro alcuni dei miei lavori immortalati dalle mani di un bravissimo fotografo: Francesco Castaldo!food-photography-per-food-blogger-20150222-153440-_K2A7780

Ma parliamo anche del gusto? Beh, a distanza di anni, tanti anni, io continuo ad essere quella che, quando mangia le torte rivestite di pdz, la copertura la toglie. ;Dfood-photography-per-food-blogger-20150222-160746-_K2A7828

Adoro i colori, adoro le sorprese, adoro il processo creativo, adoro tutto … ma l’importante continua ad essere il contenuto: perciò, sotto il vestito pomposo, deve esserci sempre un Signor Dolce! food-photography-per-food-blogger-20150222-160307-_K2A7819E lo possiamo dire che il nostro ha SPAKKATO?

Auguri Ravanellina del mio cuore: i prossimi anni che festeggeremo insieme saranno i 18. Beh, non lo nego, se ci penso, mi parte un attacco di malinconia! Ma io ed il Grande Ravanello, siamo felici perché sappiamo che, nel frattempo tu vivrai meravigliose avventure! ❤ ❤ ❤

E poi ho un sospetto: chissà quali sfide avrai da propormi per quell’importante occasione?

ravanelloE come sempre,

un buon, buon appetito da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

 

Annunci