Cari Ravanelli ben trovati! Oggi andiamo sul frollino salato! Fa gola, non impegna ed è pure GLUTEN FREE!

wp_20161005_08_09_09_proI bottoncini ai semi di zucca sono squisiti! Per dargli il colpo di grazia, li servirei con formaggini vegetali … qui trovate idee per tutti i gusti: il Formaggino spalmabile,il Caprino o formaggio di yogurt, la Caciotta di mandorle, la Ricotta di mandorle, il Formaggio alle erbe stagionato (la vendetta) ed il Formaggio alle erbe stagionato 8 mesi, la Ricotta al forno, la Ricotta di lupini al forno, la Ricotta di soia … ma anche il buonissimo Formaggio ai probiotici: nocino e arachidino

Ingredienti per ca 35/40 bottoncini salati (ca. 3 cm di diametro, spessi 1 cm abbondante):

  • 200 g di farina di mais fioretto
  • 50 g di farina di farina di castagne
  • 250 g di farina di riso integrale (o riso in chicchi appena macinato)
  • 200 g di burro vegetale fatto in casa (*)
  • 150/200 gr di acqua fredda da aggiungere poco alla volta
  • 1 pizzico abbondante di sale
  • 2 C abbondanti di lievito alimentare in scaglie
  • una manciata di semi di zucca

Procedimento:

wp_20161005_08_10_57_proMescolare le farine, il lievito ed il sale e sabbiare velocemente con il burro, lasciato ammorbidire a temperatura ambiente e tagliato a tocchettini. Aggiungere la manciata di semi di zucca.

Unire 100 gr di acqua fredda ed impastare velocemente. Procedere per gradi con l’acqua restante fino ad ottenere una palla soda.

Dividere l’impasto in due o quattro parti e lavorarlo come per fare salsicce: ricoprire con carta da forno e mettere in congelatore per circa 30 minuti.

Una volta che la pasta sia ben soda, tirarla fuori dal congelatore e tagliarla a tocchetti alti 1 cm abbondante. Con una cannuccia, inciderli leggermente in modo da fare gli occhiolini ai bottoncini.

Accendere il forno a 180 gradi e portare a temperatura. Infornare e cuocere per circa 10/12 minuti o fino a doratura.wp_20161005_08_19_43_pro

CONSIGLIO PER CHI HA IL BIMBY: per chi ha il Bimby, per ridurre in farina i chicchi di cereali, consiglio di lavorare al massimo 200 grammi per volta e tritarli a vel. 10 per 1 minuto.

(*) IL BURRO VEGETALE: ci sono molti modi per produrlo e ne abbiamo già visti alcuni nei post dedicati alla pastiera. Io, per pigrizia, uso quasi sempre questo metodo: richiede 5 minuti di lavoro ed il massimo del risultato. Prendo: 150 gr di burro di cacao biologico e 250 gr di olio di girasole deodorato biologico. Faccio sciogliere il burro di cacao sul fuoco (ci vuole un attimo: a 40 gradi è già completamente fuso), spengo ed allontano dal fuoco. Aggiungo l’olio e sbatto con una frusta elettrica od un minipimer per qualche minuto. Ripongo il liquido in un contenitore di vetro o di ceramica, ben chiuso e lo tengo in frigo per almeno una giornata. Preferisco prepararne grosse quantità, per averlo sempre pronto al bisogno. Tranquilli: si conserva per un bel po’ di tempo.

wp_20161005_08_20_44_pro

ravanelloE come sempre,

un buon,

buon appetito

da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Advertisements