Cari Ravanelli, (sospiro malinconico), non scrivo da così tanto tempo che quasi non ricordavo la password per accedere al blog. E’ un anno e mezzo che la mia vita trascorre a suon di lavoro-lezioni-esami-nienteferie-lavoro-lezioni-esami-nienteferie-enienteweekendliberi-lavoro-lezioni-esami-nienteferie … e … si, posso dirlo: questa seconda laurea è davvero un bell’impegno!

Questa è l’unica ragione che mi tiene lontana da Voi.

Ieri l’altro però ho strappato qualche manciata di minuti allo studio compulsivo ed ho fatto un esperimento di cui vi voglio raccontare.

Come nel mio stile: facile, semplice e versatile. Una besciamella adatta a mille occasioni, che non prevede l’impiego di farine e nemmeno del costosissimo latte di soia commerciale.

 

Ingredienti:

  • 75 ceci secchio bio
  • 75 g fagioli bianchi secchi bio
  • 1.4 lt acqua
  • 1 cucchiaio abbondante di semi di lino bio
  • 1 pizzico di sale integrale fino
  • olio EVO qb
  • pepe e noce moscata appena grattugiati

Procedimento:

Far ammollare i legumi per almeno una notte. Scolare e sciacquare abbondantemente e con cura.

Mettere a bollire 1.4 lt di acqua con i legumi sciacquati, i semi di lino e il sale. Far cuocere fino a quando i legumi saranno morbidi. Spegnere il fuoco e con l’aiuto di un minipimer, frullare abbondantemente fino a ridurre in purea. Questo passaggio è fondamentale: più frullate, meglio viene! Per cui … fatelo senza pietà!

Condire con olio EVO, pepe e noce moscata e coprire la pentola con un coperchio.

Far raffreddare completamente.

Il tempo di riposo e di raffreddamento renderanno densa la vostra besciamella e pronta per le vostre ricette preferite!

 E per gli amici con il Bimby, ecco il procedimento che ho usato:

Mettere i legumi sciacquati e scolati con 400 ml acqua, il cucchiaio abbondante di semi di lino e frullare per 2 minuti a V5 e poi per altri 2 minuti a V9.

Aggiungere 700 ml di acqua e far cuocere 15 minuti a 90 gradi a V5. Far andare 1 minuto a V10 e procedere con la cottura per altri 30 minuti a 90 gradi a V5.

A questo punto aggiungere i rimanenti 300 ml di acqua e far andare 20 secondi a V10. Condire con olio EVO a piacere, pepe e noce moscata e far raffreddare completamente: raffreddandosi si addenserà moltissimo, diventando una besciamella soda.

 Siete a caccia di idee? Eccovi serviti con il pasticcio di conchiglioni, i cannelloni alle cime di rapa, le mafalde integrali con pisellini freschi e le lasagne con broccoli e radicchio.

Una besciamella senza glutine, senza farine e senza latte di soia! GNAM!

A presto … o a tardi, chissà! Vi bacio tutti!

ravanelloE come sempre,

un buon,

buon appetito

da Ravanello Curioso!

PS: ci trovi anche su Facebook.

Advertisements