Ciao Ravanelli, come state? Oggi vi propongo un’altra tortina glutenfree, visto che è da tempo che non ne pubblicavo!

torta mele nocciole con crema_2Come unità di misura userò una tazza standard.

Per cuocere la torta, ci servirà una teglia di 26 cm di diametro, ricoperta di carta da forno.

Accendere il forno a 200 gradi. 

Ingredienti:

  • 1 mela matura bio
  • ½ tazza di malto di riso integrale bio
  • 1 scorza grattugiata di un limone bio
  • il succo di un limone bio
  • 1 tazza di farina di riso integrale bio
  • 1 tazza di farina fioretto di mais 
  • ½ tazza di amido di riso (o di mais o fecola di patate) bio
  • ½ tazza di olio EVO o, se preferite sapori delicati, olio di girasole spremuto a freddo e deodorato
  • latte di riso integrale qb
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 1 c raso di bicarbonato (facoltativo)

Per preparare le mele:

  • 4/5 mele mature
  • qualche cucchiaio di succo di limone per irrorare le mele
  • farina di riso qb

Per la crema di nocciole:

  • 2/3 C di pasta di nocciole (100% nocciole)
  • 2/3 C di malto di riso o sciroppo d’acero
  • poca acqua per allungare

torta mele nocciole con crema_6Tagliare a cubetti le mele e bagnarle con il succo di un limone: mescolare bene con le mani e mettere da parte.

Frullare la mela ed unire il malto, la scorza di limone, il succo di limone ed amalgamare per bene al fine di ottenere una crema densa. Incorporare le due tazze di farina di riso e di fioretto di mais, l’amido ed infine l’olio. Girare nuovamente.

Allungare, pian piano, con il latte di riso (di solito ne serve una tazza o poco più) fino a quando avrete un composto fluido, ma corposo. Aggiungere la bustina di cremor tartaro e la puntina di bicarbonato.

Riprendere le mele e sporcarle leggermente di farina di riso: ancora una volta mescolare con le mani.

Unire le mele al composto ed infornare a 200 gradi per circa 40-45 minuti: verificare la cottura con lo stecchino.

Se volete esagerare e siete appassionati, potete ulteriormente profumare la vostra torta con una goduriosa crema alla nocciola.

torta mele nocciole con crema_3In una ciotola mettere la pasta di nocciole ed il malto (o succo d’acero) e sbattere per bene. Aggiungere, un pò alla volta, qualche cucchiaio di acqua per emulsionare e rendere più fluida la crema.

Versare sopra alla torta ancora calda e lasciare colare leggermente dai lati.

E’ buona sia calda che fredda!

E prima di salutarvi, vi lascio la locandina del mio prossimo corso! Ne seguirà un altro a marzo dedicato ai dolci vegan.

volantino di lorenzo_formaggi_SENZA PREZZOVisto che ne parliamo, colgo l’occasione per evidenziare che i corsi qui proposti non sono strutturati come ”dimostrazioni di cucina”. Questo cosa significa? Significa che non resterete seduti al vostro posto mentre l’insegnante esegue le ricette (eh eh … dite la verità che vi capita spesso?), ma ognuno di voi avrà modo di realizzare quanto proposto nel programma, interiorizzando e comprendendo appieno manualità e tecnica proposte. Per facilitare e potenziare l’apprendimento, il numero degli allievi è circoscritto: scordatevi quegli stanzoni in cui vi trovate in quindici a guardare qualcuno che vi mostra un procedimento, perchè, altrimenti, tanto vale guardare un tutorial su youtube!

Io vi voglio vedere o-p-e-r-a-t-i-v-i-! 🙂

Questa postilla reca con sè l’augurio che si diffonda l’utilizzo di diciture e di prassi corrette: le ”dimostrazioni di cucina” sono una cosa (in 15 in una stanza a guardare qualcuno? Si è vero, è un pò meglio di youtube perchè si sentono anche gli odori e l’immagine è più nitida), mentre i ‘corsi di cucina’ sono indiscutibilmente un’altra.

ravanelloE, come sempre,

un buon,

buon appettito da Ravanello Curioso.

PPSS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci