Spaghetti alla chitarra

Gli spaghetti alla chitarra si preparano con una sfoglia molto spessa e sono caratterizzati da una sezione quadrata: la lavorazione tipica prevede l’utilizzo della chitarra, uno speciale telaio di legno dotato di fili d’acciaio, simile proprio allo strumento musicale. Per realizzare gli spaghetti alla chitarra, si posa la sfoglia sui fili d’acciaio e si fa pressione con il mattarello, così che i fili incidano la pasta. Se non cadono spontaneamente, per liberarli, ‘si passa un dito sulle corde della chitarra, generando un vero e proprio arpeggio.

La produzione di pasta con la chitarra si rivela anche un metodo di produzione VELOCISSIMO che non vi farà maledire il momento in cui avete avuto la brillante idea di … impastare! ;D

Fonte foto: ricette gourmet

E visto che fare la pasta fresca è un piacere ed una gioia per tutti i commensali, non si può prescindere dal scegliere ottima farina! Io ho fatto un salto al negozio bio ed ho scelto la semola di Tumminia: ma nulla vieta di trovare altri validi produttori. La cultivar di grano duro Tumminia o Timilia rientra nella categoria dei grani antichi autoctoni siciliani ed ha un colore giallo intenso, grazie alla presenza di carotenoidi, insieme ad una granulometria grossolana.

Se amate l’effetto rustico ed artigianale, è la farina giusta per voi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di semola di grano duro biologica
  • 200/250 g di acqua

Se vi piacciono gli spaghetti colorati, aggiungete:

  • 1 C di polvere di pomodoro, spinaci, curcuma … secondo ispirazione e gusto personale

Procedimento a mano:

Unire 200 g di acqua e la farina (insieme all’eventuale polvere o spezia prescelta) ed impastare per 10/15 minuti. Aggiungere acqua al bisogno. Fare una palla, coprire con pellicola e lasciare a T ambiente per almeno 1 ora.

Se volete potete anche preparare l’impasto uno o due gg prima: dopo l’ora di riposo, mettete tutto in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Procedimento per il bimby:

Iniziare con 200 g di acqua e poi versare tutta la farina (insieme all’eventuale polvere o spezia prescelta): mod. spiga per 2 min. Controllare se serve aggiungere altra acqua: impastare di nuovo 1 min con la spiga e dal coperchio aggiungere via via l’acqua rimanente, se dovesse servire, fino a completo assorbimento.

Versare l’impasto su un ripiano leggermente infarinato ed impastare a mano per 4/5 minuti. Fare una palla, coprire con pellicola e lasciare a T ambiente per almeno 1 ora.

Se volete potete anche preparare l’impasto uno o due gg prima: dopo l’ora di riposo, mettete tutto in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Preparare gli spaghetti alla chitarra

Riprendere l’impasto: tagliarlo in 4. Con il mattarello stendere ogni pezzo fino ad uno spessore di circa 4/5 mm. Per la larghezza regolatevi con la dimensione della vostra chitarra.

Infarinate bene i vostri 4 impasti stesi ed uno alla volta, passateli sopra la chitarra e stendeteli con cura: con il mattarello, premete bene fino a quando gli spaghetti non siano formati.

Qui potete vedere un video di 1 minuto per capire bene l’utilizzo della chitarra: è davvero semplice e veloce!

A questo punto, appoggiate gli spaghetti che man mano formate su un bel vassoio capiente ed infarinate bene per evitare che si attacchino.

 

Cuocere gli spaghetti alla chitarra

Trattandosi di pasta fresca, cuociono molto più velocemente: calcolate circa 4/5 minuti dal bollore, in acqua salata.

Li potete condire con tutto quello che più vi piace!

Io li ho fatti con erbette e fagioli cannellini, molto piccanti come piace a me!

Vi ricordo che gli ultimi ricettari free li trovate qui!

E, come sempre,

un buon,

buon appetito da Ravanello Curioso.

PPSS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci