Carissimi ravanellissimi bentrovati! Domani, 10 ottobre, a mezzanotte e mezza ora italiana, io mi godrò la mia adorata Pápalo Papalotl ON AIR. “Hablaremos sobre el proyecto de Cocina Sustentable de Pápalo y Papalotl, sobre nuestra filosofía y sobre cómo llevar a cabo una vida sustentable empezando por nuestra alimentación. Compartiremos algunos tips de cocina sustentable y algunas ricas y sencillas recetas!“. Se volete essere dei nostri, la potete ascoltare su:

  • RADIO Ciudadana 660 AM (Mexico City – ore 17.30 locali);
  • o, in alternativa, su internet, cliccando qui!

Per festeggiare questa bella occasione, Pàpalo ci offre due golose declinazioni del seitan: lo spezzatino ed il seitan “incipollato“!
Per chi vuole autoprodurre il seitan, consiglio questa ricetta di Simone Salvini, dettagliata e chiara: vedrete che fare il seitan in casa sarà un gioco da ragazzi. (Foto a sx: Spezzatino di seitan, a destra Seitan stufato alle cipolle)

Ingredienti per lo spezzatino di seitan:

  • 200 gr di seitan autoprodotto o bio
  • 2 patate bio
  • 1 cipolla bio
  • 1 peperone (per effetti cromatici meglio combinare due diversi colori) bio
  • olive nere bio
  • salsa di pomodoro bio
  • olio EVO qb
  • sale integrale qb
  • rosmarino bio qb
  • aglio bio qb

Preparazione
Tagliare il seitan a dadolini piuttosto grossolani o usare direttamente un seitan autoprodotto, fatto cuocere a bocconcini. Pelare le patate e tagliarle grossolanamente. Tagliare anche il peperone; se non se ne vuole consumare la pelle, meglio farlo rosolare sul fuoco, spelarlo e tagliarlo in un secondo momento. In una pentola soffriggere l’aglio e le cipolle, con un pò di olio e acqua miscelati. Aggiungere le patate e cuocere qualche minuto, facendo attenzione che non si attacchino, ed aggiungere il peperone. Cuocere qualche minuto, rabboccando con acqua o con brodo vegetale; quando le verdure sono quasi pronte, aggiungere i bocconcini di seitan, il rosmarino e le olive nere. Continuare a cuocere, a fuoco lento, aggiungendo acqua o brodo vegetale e salsa di pomodoro. Lo spezzatino deve rimanere un po’ brodoso e cremoso. Servire.

Ed ora tocca al seitan stufato alle cipolle o “incipollato”!

Ingredienti:

  • seitan autoprodotto
  • cipolle bio
  • olio EVO bio
  • sale integrale
  • pepe bio
  • capperi (guarnizione) bio, ammollati e dissalati

Tagliare le cipolle a julienne e farle soffriggere, a fuoco lento, in un goccio di olio e acqua, fintanto che non risultano lucide e trasparenti. Aggiungere il seitan autoprodotto, tagliato anche lui a bastoncini e farlo cuocere qualche minuto con la cipolla. Aggiungere acqua o brodo vegetale, se necessario. Aggiustare di sale e pepe e servire.

Che bontà sublime!

NOTA BENE SUL SEITAN:

Il Seitan è un alimento validissimo, considerato comunemente un sostituto della carne, realizzato solo con farina ed aromi; per l’elevato contenuto glutinico, è inadatto al consumo da parte di persone affette da celiachia. Si presta ottimamente, per la sua versatilità e la sua resa, alle prime fasi di transizione da un’alimentazione onnivora ad una più sostenibile, ma, successivamente, se ne consiglia un consumo molto, ma molto moderato, per gli stessi motivi di cui sopra. Come ci ricorda Anna Villarini, biologa ricercatrice dell’Istituto dei Tumori di Milano, nel suo bellissimo libro: “Nell’alimentazione occidentale il glutine è fin troppo presente, quindi questo alimento va mangiato molto raramente e solo se non si soffre di celiachia”.

Buen provecho con Pápalo y Papalotl !

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci