Tag

,

Cari amici Ravanelli come state? Io sto soccombendo, imperturbabile, sotto le rovine di un duplice trasloco (avete presente la dinamica “svuotaeriempiduecaseincontemporanea”?), comprensivo di stoica manovra di recupero di mobili che, in tutta onestà, starebbero benissimo in discarica. Ma sia loro, che il mio conto in banca meritano davvero una seconda possibilità. Il tutto è costellato di contrattempi e gag che mi incitano alla rilettura coatta di un qualsiasi scritto di Anthony De Mello: un’ora dall’inizio del trasloco, chiamavo i carabinieri affinchè si venissero a ritirare uno stravagante ed ebbro signore in infradito convinto che … mi casa, es su casa! Ma questo è stato solo l’inizio: dopo svariate settimane senza frigorifero e senza acqua, non ho certo smesso di pensare positivo e fu così che, accertata l’impossibilità di cucinare, il crudismo mi chiamò ed io …. RISPOSI!.

DSC_6297

Qualche giorno fa ebbi anche il piacere di ospitare a cena un amico (di cui vi ho parlato qui), talmente speciale che la cena l’ha preparata da solo! Mentre io ho fatto davvero poca fatica ed ho confezionato due piattini raw: un tortino ed un antipasto sciuè sciuè, che pubblicherò presto. DSC_6112

banner ATUTTAZUCCA briciole di cescaqbCon questo tortino voglio soprattutto onorare una promessa fatta alla mitica Cesca e partecipare,

con grande piacere,

al suo contest A TUTTA ZUCCA!

Ingredienti per un dolcetto per due persone:

    • 200 gr di zucca mantovana nettata
    • 5 albicocche secche bio
    • un pugno di pistacchi di Bronte, non tostati, non salati
    • mezzo avocado ben maturo
    • 5 datteri
    • 2 C di cocco rapè

Vi servirà un coppapasta di circa 10 cm.

Procedimento: tritare finemente i pistacchi fino a ridurli in crema; aggiungere l’avocado tagliato a dadolini ed amalgamare perfettamente.

Porre il coppapasta al centro del piatto di servizio e, con l’aiuto di un cucchiaio, riempire con la crema verde e livellare per bene. Mettere in congelatore mentre procedete con la preparazione.

Tagliare a dadolini la zucca e frullarla molto bene; metterla in un colino piccolo a scolare. Nel frattempo tagliare a pezzetti le albicocche e tenerle da parte.

DSC_6317

In una tazza da tè mettere il cocco rapè ed aggiungervi i datteri, privati del nocciolo e tagliati a dadolini piccoli: con le dita mescolare bene i due ingredienti e tenere da parte.

Riprendere la zucca scolata e frullarla insieme alle albicocche secche; assaggiare ed eventualmente correggere in dolcezza: se optate per alimenti raw, potete aumentare il quantitativo di albicocche, oppure potete aggiungere un cucchiaio di nettare di agave.

Riprendere il vostro coppapasta dal congelatore e, sempre con l’aiuto di un cucchiaio, aggiungere la crema di zucca. Compattare e ricoprire con la granella di datteri e cocco.

DSC_6310

Porre in congelatore per una decina di minuti.

Sfilare il coppapasta con delicatezza e conservate in frigo fino al momento di servire.

Trattandosi di frutta fresca è bene consumare il dolcetto nel giro di un paio d’ore.

Ora vado da Cesca a portare la ricetta e mi raccomando, partecipate anche voi che, più siamo e più zucchiamo!

facebookE, come sempre,

un buon, buon appettito da Ravanello Curioso.

PS: ci trovi anche su Facebook.

Advertisements