Ovvero della salsa Tzatziki per sottrazione. Hai voglia di salsa tzatziki, ma non hai a tua disposizione nè uno yogurt, nè un frullatore e nemmeno un coltello decente? Buttati sui cetrioli all’aglio e sublima così i tuoi pensieri peccaminosi! Eh già, perchè la mia passione per la Tzatziki non conosce ostacoli, come già detto nel post Salsa tzatziki ed Electrica salsa tzatziki.

Se poi ti trovi alle Canarie ed il rosso zafferano ti fa l’occhiolino dalla dispensa, allora … …

DSC_7083Ingredienti per 4 persone:

  • 2 cetrioli
  • 1 spicchio d’aglio tritato al coltello
  • 5 foglie di menta
  • una manciata di pistilli di zafferano
  • olio EVO qb
  • sale integrale qb

Tagliare i cetrioli ed unirli a tutti gli altri ingredienti e lasciare riposare per 30 minuti affinchè prendano bene sapore.

Il vostro contorno è pronto.

Ed ora una digressione sull’Azafràn Canario e sul “colorante alimentario”.

DSC_7057I pistilli di zafferano li ho aggiunti a crudo per il loro meraviglioso colore e perchè DSC_7059qui, alle Canarie, lo zafferano è decisamente economico (per l’uso tradizionale dei pistilli di zafferano, rimando a questa dotta lettura) e viene impiegato in molte salse che non prevedono cottura: va anche detto che il potere di colorazione dell’Azafràn canario è inferiore a quello noto a noi italiani, sicchè si abbonda nelle quantità.

Tuttavia, nonostante il prezzo decisamente popolare (la vaschetta che vedete in foto costa poco più di un euro e contiene qualche centinaio di pistilli) rimane diffusissima la consuetudine di impiegare il “colorante alimentario” per tingere proprio la supermitica paella.

Ma che cos’è questo misterioso colorante alimentario? Beh, non è altro che un preparato industriale di colore arancione vivo, a base di amidi o farine, sale e l’additivo E102. Lo trovi in vendita davvero ovunque e, di sicuro, fa capolino in un numero enorme di cucine spagnole … … che peccato!

Siete curiosi di conoscerlo? Ve lo mostro in tutto il suo splendore:

Leggiamo cosa ci dice il sito di un produttore di Colorante Alimentario – Fonte qui

¿Sabías qué?
El uso del colorante alimentario se popularizó en España como sustitutivo del azafrán, ingrediente que en épocas de carestía era inaccesible para la mayoría de las familias. En contra de lo que mucha gente piensa, el colorante alimentario tan solo aporta color a los platos, ya sean arroces, guisos o postres, pero no aporta nada de sabor. Usos: Todo tipo de arroces, guisos y salsas. Dosis: Una cucharadita es suficiente para cuatro raciones. Ingrediente: Harina de Maíz, Colorante: E-102 (Tartracina 14%) y Sal.”

Se qualcuno vuole saperne di più sulla Tartazina e sui suoi effetti non propriamente innocui, consiglio la lettura di questo articolo. Interessante che, a partire dal 20 luglio 2010, gli alimenti contenenti i coloranti E 102, E 104, E 110, E 122, E 124 ed E 129, devono recare, accanto alla denominazione (E), anche la scritta “può influire negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini” come riportato nell’allegato V del regolamento europeo 1333/2008.

Sapete che vi dico? Io, a conti fatti, preferisco una paella sbiadita! DSC_7070E tornando alla ricetta di oggi: ho accompagnato i cetrioli con una dose abbondante di tofu strapazzato alle verdure … che c’erano in frigo!

rav-fb1E, come sempre,

un buon, buon appettito da Ravanello Curioso.

PS: ci trovi anche su Facebook.

Annunci